War graves week 2023, per non dimenticare gli eroi del Commonwealth

11 months fa scritto da
GERMOGLI PH: 2 GIUGNO 2017 AREZZIO FOIANO DELLA CHIANA RIEVOCAZIONE STORICA E CELEBRAZIONE DELL' ANNIVERSARIO DEELLA LIBERAZIONE WWII SECONDA GUERRA MONDIALE MILITARIA INGLESI AMERICANI
img

E’ la War graves week. Fino al 31 maggio si tiene l’evento organizzato dalla Commonwealth War Graves Commission per non dimenticare i caduti in guerra e riscoprire i cimiteri monumentali che li accolgono. L’evento è in concomitanza con l’anniversario della creazione della CWGC nata nel 1917. E’ stato introdotta per la prima volta nel 2021 nel Regno Unito, lo scorso anno anche in Francia, Belgio, Paesi Bassi e Malta; e quest’anno per la prima volta sarà presente anche in Italia con eventi e visite  in alcuni cimiteri del Commonwealth insieme ad istituzioni e comunità locali. Al Rome War Cemetery di Testaccio, nel cuore della capitale,  fino al 31 maggio sarà visitabile l’esposizione fotografica “Si combatteva qui! In memoria dei caduti del Commonwealth”: una selezione speciale di scatti del fotografo Alessio Franconi che illustra alcuni dei luoghi di combattimento e sepoltura della Grande Guerra e della Seconda Guerra Mondiale, dove combatterono i soldati del Commonwealth commemorati in Italia.

 Un altro appuntamento è stato organizzato sul versante orientale della Linea Gotica della Seconda Guerra Mondiale, con la serata  “Musica e Storia” nella suggestiva cornice del Montecchio War Cemetery di Montelabbate (PU), con un concerto acustico del trio Ban Ensemble seguito da cenni di storia e lettura di poesie, il tutto organizzato dall’Associazione Nazionale Combattenti e Reduci – Federazione di Pesaro-Urbino, sezione di Montelabbate.  A seguire uno dei più importanti cimiteri del Commonwealth in Italia, il Moro River Canadian War Cemetery di Ortona in Abruzzo, ha visto  la prestigiosa visita ufficiale dei Seaforth Highlanders of Canada. Renderanno onore alla memoria dei loro 1.615 compagni alleati caduti nel dicembre 1943 nella tenace Battaglia di Ortona, la cosiddetta “Stalingrado d’Italia”, combattuta strada per strada dai militari canadesi contro le truppe d’élite dei paracadutisti tedeschi, schierati in difesa dell’estremo orientale della linea difensiva Gustav. La visita è resa possibile grazie all’impegno di Angela Arnone, affermata traduttrice e interprete britannica residente a Ortona, insignita del Meritorious Service Medal – Civil Division del Governo del Canada e assume particolare significato in vista delle celebrazioni dell’ottantesimo anniversario della Battaglia di Ortona che si terranno nell’autunno-inverno di quest’anno.

Cancellato per il maltempo invece l’evento che avrebbe dovuto tenersi al cimitero di Ravenna,  “Gratitudine. Concerto al tramonto”, organizzato insieme con il Comune di Ravenna e la Pro Loco Piangipane. Il sito cimiteriale di Piangipane, ultima dimora di oltre 900 caduti dei paesi del Commonwealth, è celebre per racchiudere anche la più grande concentrazione di sepolture della Brigata Ebraica: 33 caduti della brigata di fanteria composta da volontari palestinesi formata nel settembre 1944 e inquadrata nell’Ottava Armata Britannica durante la Campagna d’Italia. Infine, si tornerà al Rome War Cemetery per concludere la settimana con il tour guidato del cimitero organizzato in collaborazione con l’Open Day di Mercato Testaccio, sabato 27 maggio.

Il cimitero del Commonwealth di Roma, costruito lungo le antiche Mura Aureliane, racchiude elementi architettonici tipici dei cimiteri della Commonwealth War Graves Commission quali la Cross of Sacrifice e la Stone of Remembrance, quest’ultima con la celebre epigrafe ai soldati caduti “Their name liveth for evermore“, coniata dallo scrittore britannico premio Nobel Sir Rudyard Kipling nel periodo tra le due guerre mondiali in cui collaborava come consulente della CWGC.

Shares 0
Article Tags:
Article Categories:
Eventi
img

Comments are closed.

0 Shares
Share
Tweet