Donne nelle forze armate: 20 anni di impegno e dovere

4 weeks fa scritto da
VITERBO ESERCITAZIONE CAEX AVIATION EXERCISE CAEX I 2018 AVIAZIONE DELL' ESERCITO ITALIANO FANTERIA AEREOMOBILE MINISTERO DELLA DIFESA SOLDATI MILITARI ARMI ARMAMENTI STRADE SICURE ELICOTTERI
img

Da venti anni sono insieme agli uomini, con gli uomini, come gli uomini. Il 20 ottobre del 1999, con la legge 380/99, il nostro Paese, con una svolta storica per la Difesa, si è allineato ad altre Nazioni della NATO aprendo le porte delle Forze Armate e della Guardia di Finanza all’arruolamento femminile con i primi militari donne reclutate, di fatto, l’anno successivo.

Da venti anni – dopo due generazioni di donne militari – la partecipazione femminile al sistema di sicurezza e difesa nazionale e internazionale si è gradualmente affermata, grazie alla crescente esperienza tanto sul versante operativo che su quello organizzativo.

Le donne soldato in Italia

CAEX 2018 AVIAZIONE DELL'ESERCITO SARDEGNA POLIGONO DECIMOMANNU ELICOTTERI DA COMBATTIMENTO

(fotocronache Germogli)

Ad oggi sono oltre 16 mila le donne impiegate nelle Forze Armate che operano in ogni settore e in grado di aspirare ad ogni tipo di carriera grazie ad un modello di reclutamento che può essere considerato tra i più avanzati perché ammette le donne a tutti i ruoli e a tutte le categorie senza preclusioni di formazione, di incarichi e di impiego.

Il personale femminile consegue oggi livelli professionali comparabili a quelli dei colleghi uomini in tutte le tre dimensioni: come piloti di mezzi aerei, equipaggi di carri armati, a bordo di unità navali e nel controllo del territorio.

La partecipazione del personale femminile in operazioni, all’estero cosi come sul territorio nazionale, si è sviluppata in analogia e con le stesse prerogative dei colleghi uomini e le varie Unità vengono immesse in teatro operativo con la propria forza organica che è composta di personale di entrambe i generi. Peraltro nelle operazioni internazionali di mantenimento della pace il personale militare femminile può risultare talvolta determinante per assolvere la missione, quando l’interazione con la popolazione civile è vincolata a fattori culturali che riguardano il sesso di appartenenza.

Nel celebrare questa ricorrenza emerge la consapevolezza che la presenza delle donne ha definitivamente arricchito la Difesa di un nuovo punto di vista, prezioso e indispensabile in un’organizzazione impegnata costantemente e in maniera omnicomprensiva nel fornire sicurezza a tutti i cittadini.

Proprio per celebrare la ricorrenza dei 20 anni dal reclutamento delle prime donne nelle Forze Armate, lo Stato Maggiore della Difesa ha deciso di “ricordare” questa componente fondamentale della Difesa dedicandole il calendario 2020 che può essere prenotato al seguente link.

LA SASSARI COMPLETA L'ITER ADDESTRATIVO (foto Esercito Italiano)

(foto Esercito Italiano)

 

Shares 0
Article Tags:
Article Categories:
Terra
img

Comments are closed.

0 Shares
Share
Tweet