Stato maggiore dell’Esercito: Errico lascia, arriva Farina

4 months fa scritto da
Nuovo capo stato maggiore esercito generale Salvatore Farina (foto Esercito Italiano)
img

Cambio in comando allo Stato Maggiore dell’Esercito. Lascia il generale Danilo Errico, subentra il generale Salvatore Farina. La cerimonia si è tenuta a Roma, alla presenza delle più alte cariche delle Forze armate, del ministro della Difesa Roberta Pinotti e del presidente del Consiglio, Gentiloni. “In un periodo di grande trasformazione per le Forze Armate, c’è sempre più richiesta dei nostri militari per contribuire al presidio e controllo del territorio per aumentare la percezione di sicurezza” così il Capo di Stato Maggiore della Difesa, Claudio Graziano, intervenendo alla cerimonia.

Nuovo capo stato maggiore esercito generale Salvatore Farina (foto Esercito Italiano)

(foto Esercito Italiano)

Durante il suo intervento, il Ministro Pinotti ha dichiarato che l’Esercito si è dimostrato, ancora una volta, insostituibile sia in Patria sia all’estero. Sul territorio nazionale, che si trattasse di affiancare le Forze dell’Ordine per garantire la sicurezza, o di soccorrere la popolazione colpita da calamità grandi o piccole, l’Esercito c’è sempre stato, così come all’estero ha saputo assumere nuovi impegni, senza per questo lasciare incompiuto uno sforzo che, negli anni passati, ci aveva visto sostenere così tanti sacrifici.

Il Generale Claudio Graziano, durante il suo discorso, ha affermato che in un periodo di grande trasformazione per le Forze Armate, c’è di nuovo l’esigenza dei nostri militari per aumentare la percezione di sicurezza nel territorio nazionale. In ambito interforze la nostra prima risorsa è proprio l’Esercito, Forza Armata che impiega lo sforzo maggiore, con circa 4000 donne e uomini nel mondo, e soprattutto a loro va il nostro plauso.

Chi è il generale Salvatore Farina

Nuovo capo stato maggiore esercito generale Salvatore Farina (foto Esercito Italiano)

(foto Esercito Italiano)

Il Generale Farina, proveniente dal NATO JFC (Joint Force Command) di Brunssum, del quale è stato il primo comandante italiano, dopo aver ringraziato il Generale Errico “per la sua sapiente opera alla guida dell’Esercito” e tutti i Comandanti che lo hanno preceduto alla guida della Forza Armata, ha rivolto un pensiero a tutti gli uomini  e le donne dell’ Esercito dichiarando ” è innegabile che il merito è soprattutto vostro che ogni giorno operate con professionalità e abnegazione al servizio del Paese. Dedicherò ogni minuto del mio mandato per essere al vostro servizio. Sarò sempre tra voi, idealmente e sul campo, in operazioni e in addestramento, negli Istituti di Formazione o in guarnigione.”

I numeri dell’Esercito

L’Esercito conta oggi circa di 4.000 militari schierati in 15 diversi paesi come, Iraq, Libano, Afghanistan, Kosovo, Libia, Somalia e Mali con compiti che vanno dalla cooperazione allo sviluppo e sostegno ai processi di stabilizzazione e ricostruzione, sino all’addestramento delle forze di sicurezza locali, vale a dire quella gamma di attività nota come Security Force Assistance (SFA).

Più di  7.000 sono invece i soldati impegnati in Italia nell’ambito dell’Operazione “Strade Sicure”, in concorso alle Forze dell’Ordine per il presidio del territorio e la vigilanza, inoltre l’operazione assume particolare rilievo in Campania, agendo in risposta all’emergenza “Terra dei fuochi” e nell’Italia centrale nelle zone colpite dal sisma del 2016 dove sono presenti le unità specialistiche dell’Esercito impiegate in numerose attività a sostegno della popolazione e dei comuni dei crateri sismici.

Article Tags:
Article Categories:
Terra
img

Comments are closed.

11 Shares
Share11
Tweet

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi