Reenactor, lo swing anni ’40 di Max Jacchetti

4 weeks fa scritto da
il cantante max Jacchetti
img

Le canzoni che hanno fatto la storia della II guerra mondiale, lo swing che in Italia ha assunto il significato della libertà e della fine dei combattimenti, sono la sua specialità. E nel mondo delle rievocazioni, sicuramente Max Jacchetti rappresenta un complemento importante. In tanti curano i particolari delle divise o tengono a puntino i mezzi storici; quasi mai invece si punta a ricreare l’atmosfera, l’ambiente anni ’40. La musica in particolare è assolutamente poco curata in fase organizzativa, anzi spesso completamente assente o magari anche poco coerente. Probabilmente perché per questo specifico periodo storico mancava un artista specializzato con un repertorio dedicato proprio alla WW2 e anni limitrofi.

Le atmosfere swing jazz

Appassionato fin da bambino agli anni 30 e 40, e appassionato di canto, Max Jacchetti è una delle poche voce maschile in Italia per il genere Swing Jazz. Il cuore del suo repertorio swing, anche ballabile in Lindy Hop style, è composto da famosissime american song tratte dai mitici musical di Broadway e dai movie di Hollywood degli anni 30-40, quelli suonati dalle orchestre di Glenn Miller, Tom Dorsey, Benny Goodmann e cantati da Frank Sinatra, Dean Martin, Nat King Cole, Bing Crosby che Jacchetti ripropone con personale vocalità e interpretazione ricreando la magica atmosfera dei music live show tenuti dai grandi artisti di allora sui vari fronti di guerra a sostegno del morale delle truppe.

Article Categories:
Rievocazioni
img

Comments are closed.

41 Shares
Share41
Tweet

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi