Adrion, per la sicurezza nell’Adriatico

1 month fa scritto da
Esercitazione Adrion (foto Marina Militare)
img

Controllo e sicurezza marittima sul ponte dell’est. Si è conclusa l’esercitazione Adrion 2017, svolta quest’anno nel Mar Egeo, che ha visto la Marina Militare partecipare con il pattugliatore Comandante Cigala Fulgosi e un elicottero AB-212 imbarcato.

Esercitazione Adrion (foto Marina Militare)

(foto Marina Militare)

L’Adrion è un’iniziativa Adriatico-Ionica nata dalla Conferenza interministeriale di Ancona del 2000, quando i Ministri degli Affari Esteri delle nazioni partecipanti siglarono la “Dichiarazione di Ancona”, affermando la comune volontà di impegnarsi e cooperare per la sicurezza e stabilità politica-economica della regione Ionico-Adriatica. La Difesa italiana ha preso parte fin dall’inizio all’iniziativa in un ruolo di primo piano con mezzi e imbarcazioni della Marina Militare.

Esercitazione Adrion (foto Marina Militare)

(foto Marina Militare)

All’Adrion aderiscono le marine di Albania, Croazia, Grecia, Italia, Montenegro e Slovenia, che si addestrano per incrementare la capacità di cooperare sul fronte marittimo. Un aspetto fondamentale, per la funzione vitale del mare e per il fatto che la dimensione marittima gioca un ruolo indispensabile nella rete che quotidianamente alimenta la crescita e la prosperità dei paesi. L’esercitazione di quest’anno, a guida greca, ha visto gli equipaggi delle sei marine addestrarsi in una fase in porto, per approfondire temi quali le attività di controllo dei mercantili (Boarding), e le altre operazioni militari sul mare (Surface Warface), ma anche di sicurezza passiva in caso di sinistri (Damage Control).

Esercitazione Adrion (foto Marina Militare)

(foto Marina Militare)

Al disormeggio dal porto di Souda (Creta), con l’inizio della fase pratica in mare, il 26 giugno, nave Comandante Cigala Fulgosi e le altre unità partecipanti (complessivamente 1 fregata, 5 pattugliatori e 2 elicotteri imbarcati)  sono state impegnate in esercitazioni per migliorare la capacità di difesa da attacchi asimmetrici, di controllo dei traffici illeciti, di addestramento all’uso delle artiglierie di bordo e alle operazioni di interdizione marittima (MIO-Maritime Interdiction Operation), oltre che in esercitazioni di ricerca e soccorso (SAR-Search and Rescue). Presente al centro di addestramento della NATO anche l’Allied Maritime Commander della NATO (MARCOM), ammiraglio Clive Johnstone, che ha espresso l’apprezzamento per l’Adrion che oggi, dalla prima edizione in mare nel 2006, viene svolta con tutte le 6 nazioni facenti parte della NATO.

Article Categories:
Mare
img

Comments are closed.

4 Shares
Share4
Tweet

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi