Nave Vespucci oltrepassa le Colonne d’Ercole

7 months fa scritto da
img

“Considerate la vostra semenza, fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza”. L’Ulisse di Dante così spronava i suoi uomini verso l’ignoto. A violare quel passaggio, le famose Colonne d’Ercole dove gli antichi pensavano finisse il mondo. Oggi nel mondo globalizzato, lo stretto di Gibilterra rappresenta un moderno canale di traffico marittimo che unisce due mari profondamente diversi, ma da sempre legati da una storia comune. Eppure il fascino della navigazione, resta intatto. Così come resta intatto il grande fascino della marineria italiana e della gloriosa nave scuola della Marina Militare, l’Amerigo Vespucci

Nel segno della storia e delle tradizioni marinare del nostro Paese, nave Vespucci ha ripercorso ieri quelle antiche rotte del commercio e dell’esplorazione che hanno dato lustro ai nostri navigatori, suggellando questo momento con una foto ricordo a prora dell’Unità. Le sponde dei due continenti europeo ed africano, così diversi tra loro per morfologia e storia, si affacciano su un mare comune, una lingua di acqua dai colori sgargianti e variegati, che lascia puntualmente a bocca aperta anche i più consumati marinai avvezzi a queste navigazioni.

La Campagna d’istruzione è un banco di prova importante per i 79 allievi del 24° corso VFP 4 a bordo del Vespucci. Sanno intimamente di vivere un’esperienza unica che li accompagnerà per sempre. Dopo la partenza da La Spezia e il “battesimo del mare“, in queste acque si è celebrata ieri per loro la tradizionale cerimonia marinara a favore di chi per la prima volta oltrepassa le “Colonne d’Ercole“: un confine non solo geografico, che rappresenta un limite da superare, ricordare e raccontare. Ultimato il canale di transito in uscita dal Mediterraneo, il Vespucci punta a Nord per dirigere verso Sines, in Portogallo, prima sosta di questa Campagna d’Istruzione 2017.

(foto gallery Marina Militare)

Article Tags:
Article Categories:
Mare
img

Comments are closed.

11 Shares
Share11
Tweet

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi