Genieri russi al lavoro per sminare Palmira

8 months fa scritto da
img

Dopo la prima missione nel marzo del 2016, i genieri dell’esercito russo tornano a Palmira per le operazioni di sminamento. In questo secondo intervento i militari sono arrivati con attrezzature di ultima generazione. Il sistema robotico si chiama Scarabeo. Si tratta di un mini veicolo radio comandato equipaggiato con videocamere ad alta definizioni, microfoni e sistema di rilevazione di immagini termiche. La bonifica degli ordigni che i miliziani dell’Isis avevano lasciato per far saltare le antiche rovine patrimonio dell’umanità, prosegue.

L’innovativo sistema usato dai russi permette di essere guidato fino a 250 metri, anche in difficili situazioni di segnale. In questo modo l’operatore può agire in sicurezza. L’altezza del veicolo è 15 centimetri,  ed è praticamente invisibile. Il motore elettrico permette allo Scarabeo di lavorare in silenzio.

Gli sminatori usano anche un altro sistema, denominato Sfera. Nei fatti è una sfera vera e propria che serve a trovare esplosivi in punti difficili da raggiungere come edifici distrutti e aree ostruite. La Sfera è equipaggiata con 4 telecamere, microfono e trasmettitore. Il sistema è capace di inviare immagini simultaneamente da tutte le videocamere in modo da garantire una vista a 360 gradi.

I generi infine indossano una nuova tuta protettiva, che è refrigerata e fornita di impianto di comunicazione.

(fotogallery Ministry of defense of Russian Federation)

Article Tags:
Article Categories:
Esteri
img

Comments are closed.

10 Shares
Share10
Tweet

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi