Lo sbarco di Anzio, 73 anni fa

9 months fa scritto da
img

Riceviamo e pubblichiamo l’intervento e le foto di Giuseppe Tulli,
nostro lettore, sulle iniziative per il 73° anniversario dello sbarco di Anzio

Settantatré anni fa, lo sbarco di Anzio. Le celebrazioni quest’anno sono avvenute nei primi giorni di gennaio alla presenza delle autorità civili e militari. A fare gli onori di casa il Comandante del Porto di Anzio, Ten. di vascello Alessandro Cingolani, che ha tagliato il nastro, presso l’Ufficio Circondariale Marittimo – Guardia Costiera al Porto di Anzio, dell’ottava edizione della mostra della serie Bandiere sul Mare dal titolo “1944 Anzio e Cassino: Via Crucis per Roma”.

La Mostra, organizzata dall’Associazione “Warriors at Anzio”, è rimasta aperta, con numerosa presenza, di pubblico ed ampia partecipazione delle scuole di ogni livello, fino al 24 gennaio. Per i visitatori oltre cento fotografie, cartine, manifesti e documenti dei fronti di Anzio e Cassino, nonché una selezione di uniformi e cimeli degli eserciti in lotta, tra le quali spiccavano le uniformi di un paracadutista tedesco, di uno dei pochi superstiti del 2°corpo polacco, un colonnello dei Royal Marine Commando. Tra la documentazione i diari di guerra di un paracadutista tedesco di Cassino, un libro fotografico personale di un soldato americano della 1^divisione corazzata ad Anzio.

Dal 2009 il gruppo dei Warriors ha avuto l’onore, in occasione delle commemorazioni annuali dello sbarco, di esporre nella manifestazione dal titolo “Bandiere sul mare” presso la Capitaneria di porto di Anzio, una selezione sempre diversa di documenti, cimeli, ed uniformi complete della seconda guerra mondiale, comprendenti l’esercito, la marina, l’aviazione e i corpi speciali delle maggiori forze in campo; Stati Uniti, Giappone, Unione Sovietica, Gran Bretagna, Germania, Italia, trovando di volta in volta i collegamenti tra lo sbarco di Anzio e i vari teatri di guerra in tutto il mondo, rinnovando così ogni anno la manifestazione.

Naturalmente per tutto è doveroso fare i dovuti ringraziamenti, all’uniforme originale donata alla nostra associazione dalla figlia novantenne dell’ammiraglio Ubaldo Diciotti comandante delle Capitanerie di porto nella seconda guerra mondiale che ci ha dato l’idea della location, al supporto indispensabile ogni anno del Luogotenente Domenico Tenace che ha interpretato nella giusta misura da subito l’importanza del progetto, ai Comandanti del porto che si sono succeduti negli anni e che ci hanno sempre accolto con grande entusiasmo, all’amministrazione del Comune di Anzio, con il Sindaco Bruschini Luciano e l’amico Bruno Parente della Sua segreteria, che ha patrocinato la mostra, inserendola negli ultimi anni nel programma ufficiale delle manifestazioni. Otto anni di esposizione di uniformi e cimeli tutti rigorosamente originali del periodo bellico, provenienti da veterani, collezioni nazionali ed estere e anche da donazioni e dai vari rinvenimenti sul campo. Un lavoro sempre in costante crescita di consensi, spronati dal crescente e notevole gradimento mostrato dal pubblico in visita alle varie manifestazioni, al quale dedichiamo il nostro successo, unito alla nostra gratitudine e ai nostri più sinceri ringraziamenti.

Article Tags:
Article Categories:
Seconda guerra · Storia
img

Comments are closed.

4 Shares
Share4
Tweet

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi