Bonifica sull’Adige per i palombari del Comsubin

9 months fa scritto da
img

Ordigni della prima guerra mondiale rimossi lungo l’alveo dei fiume Adige. L’intervento si è tenuto in località Mattarello in provincia di Trento, dai Palombari della Marina, artificieri subacquei distaccati presso il nucleo SDAI di Ancona (Sminamento Difesa Antimezzi Insidiosi).

I residuati bellici sono stati rimossi dal fiume e presi in consegna dagli artificieri dell’Esercito del 2° Reggimento Genio Guastatori. L’immediato coordinamento tra la prefettura di Trento, i palombari del Comsubin, i guastatori della brigata Alpina Julia e il Comando forze operative nord, ente militare preposto al pianificare e gestire gli assetti sul territorio, ha consentito lo svolgimento dell’operazione in piena sicurezza.

Dopo una breve ricognizione subacquea, gli operatori SDAI hanno rinvenuto e portato in superficie un proietto da 210 millimetri risalente alla Grande Guerra, una bomba a mano tipo carbone e un booster di granata d’artiglieria, successivamente consegnati agli artificieri dell’Esercito che hanno proceduto alla messa in sicurezza e al definitivo disimpegno dell’area. Tale intervento ha permesso così la riattivazione della pista ciclabile e pedonale che nel fine settimana era stata interdetta a causa del ritrovamento degli ordigni.

(gallery Marina Militare)

Article Tags:
Article Categories:
Mare · Primo piano
img

Comments are closed.

5 Shares
Share5
Tweet

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi