Addio digital, l’Us Army indossa il multicam

10 months fa scritto da
img

Ignifuga e anti insetto. E’ la nuova mimetica dell’esercito americano. E’ entrata ufficialmente in linea dal 2015, ma si è diffusa lentamente, tanto che ancora in qualche reparto della guardia nazionale sopravvivono le vecchie uniformi ACU con il mimetismo digitale. Le sigle militari, tanto care ai burocrati hanno ‘battezzato’ il nuovo pattern come OCP (operazionali camouflage pattern) mentre il vecchio Acu era UCP (universal camouflage pattern). La vecchia divisa risale al 2004 e non è mai stata troppo amata dai militari americani. Un mimetismo che doveva essere universale, ma che alla fine non si è mai dimostrato adatto a nessun ambiente.

Soldati e forze speciali impegnate nei teatri di guerra hanno preferito altri mimetismi, dal vecchio multicam fino al chocolate chips desert della seconda guerra del golfo. Nel 2010 ai soldati impegnati in Afghanista è stato distribuito un modello in multicam chiamato “Operation Enduring Freedom Camouflage Pattern”; il mimetismo è abbastanza simile a quello adottato successivamente.

La nuova uniforme è basata su una colorazione di fondo (cream 524) ed altre sei in sovrapposizione (tan 535, pale green 526, olive 527, dark green 528, brown 529, dark brown 530) che permettono un buon mimetismo (la corrispondente uniforme italiana in policromia vegetata è invece basata su quattro colori: kaki, verde, marrone e bruno, sviluppati su fasce orizzontali). Il tessuto è un misto di cotone con fibre sintetiche, ed è resistente al vento secondo le specifiche tecniche fissate dalla Defense Logistic Agency,normalmente previste per i capi militari.

Sono state ampliate le tasche laterali dei  pantaloni, che ora hanno i bottoni per l’apertura (sono molto più silenziosi del velcro in battaglia) riposizionare anche alcune tasche sulla giacca. Eliminati rinforzi ai gomiti e al ginocchio, ma nelle ultime versioni si possono comunque inserire ginocchiere e gomitiere in spazi appositi che si chiudono con il velcro. Insieme all’uniforme ignifuga è in distribuzione anche una combat-shirt, anch’essa flame-resistant, che si indossa sotto il giubbetto anti-proiettile.

Le nuove divise dell’Us Army, arrivano dopo anni di polemiche relativamente a quelle vecchie. Chi invece non ha ‘sbagliato il colpo’ sono i Marines con il loro Marpat (semplicemente Marines Pattern) mimetismo brevettato con tanto di marchietti stampati sul tessuto ‘diffidate dalle imitazioni’. Il Marpat è entrato in linea nel 2002, ha colorazioni simili al vecchio caro woodland, ma in formato pixel. Il Marpat e i tessuti relativi hanno superato mille test sul campo, e da allora sono addosso ai Marines in tutto il mondo. Come dire loro sì davvero semper fidelis.

Article Tags:
Article Categories:
Armamenti · Equipaggiamenti
img

Comments are closed.

6 Shares
Share6
Tweet

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi