L’Aermacchi M-345 per addestrare i piloti italiani

10 months fa scritto da
Velivolo M345
img

Addestramento per i piloti militari, arrivano i nuovi M-345. E’ stato siglato un accordo di fornitura di 5 velivoli tra Leonardo e la Direzione armamenti aeronautici e aeronavigabilità del ministero della Difesa. Il contratto riguarda il primo lotto di aerei da addestramento Aermacchi M-345; contemporaneamente un’altra intesa è stata sottoscritta per l’avvio dello sviluppo e consegna del nuovo elicottero da esplorazione e scorta (NEES) dell’Esercito italiano. I contratti hanno un valore complessivo di oltre 500 milioni di euro.

Ne dà notizia proprio Leonardo con una nota nella quale l’amministratore delegato e direttore generale dell’azienda, Mauro Moretti ha dichiarato: “La firma di questi contratti è il risultato di un dialogo costruttivo tra il Governo italiano e l’industria che ha portato alla definizione delle esigenze e all’individuazione delle migliori risposte tecnologiche. Grazie all’intesa raggiunta saremo in grado di fornire soluzioni all’avanguardia ottimizzando l’uso delle risorse economiche disponibili e sviluppando nuove tecnologie, competenze e processi industriali nel nostro

L’Aeronautica Militare ha identificato un fabbisogno totale di circa 45 M-345 (la cui sigla identificativa di Forza Armata è T-345) per sostituire progressivamente i 137 MB-339 oggi in servizio ed entrati in linea a partire dal 1982. I nuovi aerei andranno ad integrare la flotta di 18 bimotori Aermacchi M-346 già ordinati ed impiegati per la fase avanzata dell’addestramento dei piloti dell’Aeronautica Militare. Grazie all’ingresso in linea del velivolo l’Aeronautica Militare si pone come obiettivo un forte miglioramento dell’efficacia addestrativa, una migliore efficienza e una riduzione dei costi operativi. La prima consegna è attesa nel 2019.

Il contratto pluriennale per il nuovo elicottero da esplorazione e scorta (NEES) dell’Esercito italiano prevede in particolare lo studio, lo sviluppo, l’industrializzazione, la produzione e il collaudo di un prototipo e dei primi tre elicotteri di produzione. Attraverso questo nuovo programma, basato su un requisito complessivo di 48 unità, l’Esercito potrà sostituire la flotta di elicotteri AW129 attualmente impiegati e destinati ad essere ritirati dal servizio operativo entro il 2025, dopo oltre 35 anni di attività. Il programma NEES beneficerà della lunga esperienza accumulata dall’Esercito grazie all’AW129 e del know-how di Leonardo nel campo degli elicotteri dedicati a questo tipo di missione, consentendo alla Forza armata di dotarsi di un prodotto tecnologicamente all’avanguardia, ancor più performante e con costi di gestione più ridotti per poter soddisfare le nuove esigenze operative nell’ambito dei mutati scenari per i prossimi 30 anni.

Shares 0
Article Categories:
Armamenti · Mezzi
img

Comments are closed.

0 Shares
Share
Tweet

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi